Altra tegola per De Rossi Coscia k.o., stop 20 giorni


Lui aveva già capito tutto quando è stato costretto a lasciare il campo contro l’Udinese, andando in panchina con le mani sul volto e scagliando per terra un oggetto che aveva vicino. Daniele De Rossi aveva capito subito di essersi fatto di nuovo male e gli esami a cui è stato sottoposto oggi lo hanno confermato: lesione di primo grado al bicipite femorale della coscia destra, una ventina i giorni di stop, forse qualcosa in meno se il capitano della Roma riuscirà a recuperare prima, forse qualcosa in più se, invece, dovesse faticare.
QUALE FUTURO? — D’altronde questa, per De Rossi, è stata una stagione difficilissima, quella in cui, negli ultimi quindici anni, ha giocato meno. E adesso, che tornerà forse per le ultime tre partite del campionato, tante sono le riflessioni sul futuro. Ha pagato una condizione della squadra disastrosa (è il quarantacinquesimo infortunio muscolare, il suo), ma ha pagato anche un fisico usurato da più di 700 partite solo tra Roma e Nazionale maggiore. Da agosto ad oggi ha disputato appena 22 gare, ha saltato tre mesi per un problema al ginocchio e ha avuto una lesione al polpaccio, ma quando è sceso in campo è stato praticamente sempre tra i migliori. È capitano e anima della Roma (oltre che bandiera per i tifosi) e quindi, anche se la testa lo sta facendo ragionare molto – il suo contratto scade il 30 giugno -, il cuore sembra dirgli di provare ad andare avanti ancora un anno. Quale dei due vincerà si scoprirà tra qualche settimana, quando anche la volontà della Roma sarà più chiara. Monchi gli avrebbe rinnovato il contratto, Totti, per esperienza, dice che sta a lui decidere, Pallotta invece non si è mai, pubblicamente, espresso.
pace fatta — Intanto, in attesa di ritrovare il suo capitano, la Roma si gode la ritrovata armonia tra Dzeko ed El Shaarawy. Il bosniaco ha pubblicato delle loro foto insieme e tra i primi a commentare c’è stato Radja Nainggolan: “Amici come una volta”, ha scritto il belga, con tanto di emoticon con gli occhi a cuore. Sabato sera saranno avversari, ma per Nainggolan gli amici romani occupano sempre un posto speciale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *