Quando riposerà CR7 in A? E i fantacalcisti tremano…


Cristiano Ronaldo scatena strani fenomeni. Domenica ha riposato contro il Genoa e molti tifosi rossoblu, invece di sorridere, hanno protestato. Cagliari, dove la Juventus giocherà il 2 aprile, si fa la stessa domanda: Cristiano ci sarà? Per i tifosi delle avversarie della Juve e per chi ha comprato Ronaldo alla Magic o in leghe di fantacalcio con gli amici può essere interessante studiare il passato per capire quante partite giocherà CR7 da oggi a fine campionato. La possibile (ma improbabile) squalifica per la partita di andata con l’Ajax può influire: una decisione della Disciplinare Uefa è attesa per domani e, in caso di stop, potrebbe aumentare le possibilità di CR7 di essere presente in campionato.
QUANTE TRIBUNE — Ronaldo un anno fa saltò per squalifica le prime quattro partite del Real Madrid, poi tirò dritto fino a febbraio: sempre in campo. In questo campionato ha avuto un andamento simile: 26 presenze su 28 partite. Il paragone regge. Allora può essere interessante sapere che, tra marzo, aprile e maggio, Cristiano saltò cinque partite. Due forzatamente, per la distorsione a una caviglia del Clasico: mancò contro Siviglia e Celta Vigo ma tornò in tempo per la finale col Liverpool. Tre per scelta, sua e del club.
IL 2018 — Nelle assenze non sembra esserci una regola. Ronaldo nel 2018 saltò tre partite molto diverse. Las Palmas-Real Madrid del 31 marzo, tre giorni prima dell’andata dei quarti con la Juve. Malaga-Real Madrid del 15 aprile, la partita successiva al ritorno con la Juve. Real Madrid-Leganes del 28 aprile, tre giorni dopo l’andata delle semifinali contro il Bayern. Un elemento in comune: Cristiano non ha saltato partite con avversari di prima fascia.
LE PARTITE A RISCHIO — Gli indizi quindi portano a ipotizzare una tribuna per Spal-Juve del 13 aprile, tre giorni dopo l’andata e tre giorni prima del ritorno con l’Ajax. Eccola, la gara più sospetta, molto più di Juve-Milan che resta un grande appuntamento… e Cristiano ai grandi appuntamenti, se può, non manca. Juve-Empoli e Cagliari-Juve, nella scala dei rischi, sono al secondo posto: difficile che CR7, appena tornato dalle due partite in Nazionale, le giochi entrambe e poi faccia tris contro il Milan in una settimana. Molto più complicato invece il ragionamento in caso di eventuali semifinali, con andata e ritorno in programma tra il 30 aprile e l’8 maggio. La Juve giocherà il 27 aprile contro l’Inter, il 5 maggio contro il Toro, il 12 maggio contro la Roma. Tutte partite nobili, con la solita regola generale: Cristiano ascolterà il suo fisico e ne parlerà con Allegri. Il suo parere, nella decisione, peserà molto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *