Special Olympics al via Azzurri a Montecitorio


E’ finita con tutti i 115 atleti azzurri a cantare l’inno di Mameli insieme con il premier Giuseppe Conte. Stasera parte la squadra italiana per gli Special Olympics che si svolgeranno ad Abu Dhabi e che coinvolgeranno oltre 7mila atleti e il presidente della camera Roberto Fico ha aperto le porte di Montecitorio a una cerimonia di in bocca al lupo. Alla presenza di diversi membri del Governo. Ha preso la parola anche Miriam Molinaro, una ginnasta della delegazione, che ha raccontato i suoi 18 anni, la “nuova consapevolezza raggiunta grazie allo sport” e la certezza che ora “la disabilità sia diventata una ricchezza”.
SCOMMESSA VINTA — In mattinata anche il salone d’onore del Coni aveva ospitato gli azzurri con Malago’ e Pancalli, presidenti di Coni e Cip a ritrovarsi su un concetto: “Special Olympics è una scommessa vinta”. Il premier Conte ha raccontato di aver scoperto la storia degli Special Olympics, gare e attività per atleti con disabilità intellettiva, grazie a Valeria Mazza, testimonial del movimento in Argentina: “E’ stata lei a raccontarmi la vostra storia, confesso la mia ignoranza. Ma ora vi seguo sempre”.
E LA RAI? — C’e stato pure un momento curioso quando il premier ha chiesto notizie della copertura tv dell’evento: “Dove vi possiamo vedere?”. La platea ha risposto con un “ci aiuti lei…”. E Conte ha promesso un intervento presso la Rai per incoraggiare un interesse verso la manifestazione. Mentre gli atleti cominciavano a ritmare un “diretta, diretta” che in un attimo si è trasformato in “Italia, Italia”. Ha preso la parola anche il presidente della camera Roberto Fico, un passato da velocista in gioventù nell’atletica: “Non riesco a immaginare cosa più bella dello sport, di più sano e costruttivo”. Stasera si parte, il 14 marzo c’è la cerimonia di apertura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *