Inzaghi: "Basta errori Voglio una Lazio spietata"


I complimenti non bastano più a Simone Inzaghi, ora servono i punti. Perché il ritardo dalla zona Champions rischia di diventare incolmabile se la sua Lazio continuerà a sciupare occasioni come accaduto domenica scorsa a Firenze. “Abbiano disputato uno dei migliori primi tempi da quando sono su questa panchina – sospira l’allenatore -, lo ha riconosciuto pure il pubblico di Firenze. Poi purtroppo nella ripresa abbiano un attimo calato il livello di attenzione e ci siamo fatti raggiungere. Non deve accadere più, dobbiamo imparare ad essere spietati come sanno essere altre squadre. A volte è necessario vincere anche partite sporche. Dobbiamo far tesoro di quanto accaduto a Firenze affinché non si ripetano più certe situazioni”.
occhio al parma — Il primo banco di prova si chiama Parma, domani all’Olimpico. “Dovremo fare un’ottima prestazione perché il Parma è temibile. Il suo allenatore, D’Aversa, è uno che prepara molto bene le partite. Quella emiliana è una squadra particolarmente insidiosa nelle ripartenze: Gervinho e Inglese saranno gli osservarti speciali”. Si giocherà 24 ore dopo la partita di rugby tra Italia e Francia per il Sei Nazioni. “Capita quasi sempre a noi di giocare dopo questi eventi, speriamo che in futuro ci sia più equilibrio. Per quanto riguarda il terreno, però, sono fiducioso. Il manto dell’Olimpico è molto migliorato negli ultimi tempi, mentre in precedenza aveva avuto qualche problema”.
fUTURO — Nei prossimi due mesi si decide il destino della Lazio, ancora in corsa su due fronti, campionato e Coppa Italia. L’esito della stagione influirà anche sulle scelte future di tecnico e società. Inzaghi è comunque tranquillo: “Sono onorato di essere qui ed allenare questa squadra. L’obiettivo è migliorare e rimanere ai vertici, in questi anni abbiamo fatto ottime cose e vogliamo continuare a farne. Siamo ancora in corsa su due fronti e lo saremmo anche sul terzo, l’Europa League, se non fossimo stati costretti ad affrontare il Siviglia in totale emergenza. Adesso speriamo che arrivino grandi soddisfazioni nei prossimi mesi. Tutti assieme, noi e i tifosi, possiamo farcela”. Mancherà Immobile, squalificato, e ci sono cinque giocatori in diffida, ma Inzaghi non farà calcoli anche se la partita successiva sarà lo scontro diretto con l’Inter: “Giocheranno i migliori. Adesso l’unica cosa che conta è fare tre punti col Parma”. Al posto di Immobile giocherà Caicedo (in coppia con Correa). Confermato il centrocampo con Milinkovic e Luis Alberto mezzeali, Leiva centrale, Marusic e Lulic esterni. Dubbi invece in difesa. Sicuro solo Acerbi al centro, ai suoi lati ci saranno due elementi tra Patric, Bastos, Luiz Felipe e Radu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *