Inter, Spalletti resiste A giugno via Icardi-Perisic


Il futuro di Luciano Spalletti non dipende dal derby. Solo un tracollo contro il Milan, o una prestazione negativa della squadra sotto qualsiasi punto di vista renderebbe obbligatoria una riflessione dell’Inter sulla panchina. Ma è inutile ragionare troppo: anche dopo la dolorosa uscita dall’Europa League l’eventualità di un cambio tecnico non è di stretta attualità in casa nerazzurra, perché i dirigenti sono uniti e compatti nel credere che questa squadra – anche a fronte di un risultato negativo contro i rossoneri – sarebbe in grado di reggere la pressione di una volata Champions League fino alla fine. C’è poi un altro aspetto da considerare: Spalletti non ha mai dato ai dirigenti la sensazione di non governare lo spogliatoio, che anzi più volte ha dato dimostrazioni in senso positivo. A giugno, comunque, l’Inter farà partire la rivoluzione e con l’allenatore andranno via anche i “big” della discordia, Icardi e Perisic.
LEGGI L’ARTICOLO COMPLETO SULLA GAZZETTA IN EDICOLA OGGI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *