Napoli, il tifoso veggente ha già i biglietti per Londra


Ore 13, il volo al decollo da Vienna porta a bordo diverse decine di tifosi del Napoli di ritorno da Salisburgo. Il velivolo è in rullaggio, ma il pensiero degli appassionati azzurri è uno solo: che avversario sorteggerà l’urna per i quarti di Europa League? Portarsi il quesito fino alle 14,20, orario previsto dell’atterraggio a Capodichino, è una ipotesi nemmeno presa in considerazione. E così, mentre il velivolo rulla in pista e le hostess in automatico danno le loro indicazioni per le uscite di sicurezza, l’attenzione della maggior parte dei viaggiatori è la stessa di Fantozzi e colleghi nella celebre scena in cui erano costretti a vedere “La corazzata Potemkin”, ma con le radioline ascoltavano la partita della Nazionale di calcio. I più usano gli auricolari, uno che non ce l’ha viene redarguito con una gomitata dall’amico vicino, perché l’audio del suo smartphone sta attirando l’attenzione di una hostess.
SARRI ASPETTACI — C’è chi impreca perché ha perso il segnale del telefono tenendolo acceso ai limiti del consentito, ma qualcuno riesce a ricevere la notizia: “Giochiamo con l’Arsenal”, urlano dalla coda dell’aereo. Con un pizzico di rabbia si commenta: “Solo la Juve tiene fortuna nei sorteggi!”, altri chiedono conferma. Poi si delinea il tabellone e la rivale spagnola in semifinale, se qualificati, alimenta i sogni. E quando emerge che la contemporaneità londinese fa sì che il campo sarà invertito e si giocherà l’andata a Londra, ecco prevalere l’ottimismo napoletano: “È destino, ci giocheremo la finale contro il Chelsea di Maurizio Sarri!”. Appena scesi dall’aereo i due più rapidi hanno già comprato i voli per Londra per l’11 aprile. Ma il più felice di tutti è un signore cinquantenne, sempre in giro per l’Europa con il Ciuccio: “La scorsa settimana ho visto un’offerta e non me la sono lasciata scappare: volo a Londra per l’11 aprile a 15 euro. Ho pensato ci saranno due squadre londinesi e magari all’andata giochiamo là. Nel peggiore dei casi ho buttato 15 euro”. Invece ha vinto la sua scommessa risparmiando diverse centinaia di euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *