Baseball mondiale: svolta Le partite da 9 a 7 inning


Se ne parla da tempo in America: bisogna ridurre la durata delle partite velocizzando il gioco. Intanto una decisione clamorosa la prende la federazione internazionale (Wsbc) guidata da Riccardo Fraccari: dopo i Giochi di Tokyo le partite internazionali in tutte le categorie saranno disputate in 7 inning anziché in 9. Una riduzione, ha detto Fraccari in una conferenza stampa a L’Avana dov’è in visita, per consentire al baseball di rimanere ai Giochi in futuro (in dubbio per Parigi 2024, sarà certa la presenza a Los Angeles 2028), e andare incontro alle richieste del Cio. “Il nostro obiettivo è globalizzare il baseball e bisogna prendere decisioni come questa che sta raccogliendo molto entusiasmo. Ridurre la durata delle partite e dei roster come meno giocatori, diventa prioritario. Meno inning significa mediamente partite che dureranno un’ora in meno. Non solo: si vedranno partite più equilibrate”.
Fraccari a Cuba significa parlare dei nuovi accordi tra la federazione dell’isola e la Mlb, ma anche della partecipazione della nazionale caraibica al Premier 12, il torneo che novembre assegnerà 2 pass olimpici (Cuba nel frattempo ha scelto il nuovo manager, Vicente Anglada, già coach in Italia e 12 anni al timone della nazionale pluridecorata). Infine si è parlato dell’elezione della confederazione americana del baseball e dei piani dell’isola, mai come in questi anni capace di offrire grandi campioni nella Mlb.
IN MLB – La Major League ha anche preparato una serie di modifiche alle regole per il prossimo biennio, molte delle quali tese ad accelerare il gioco e ad aumentare lo spettacolo. Tanto per cominciare il vincitore dell’Home Run Derby riceverà un jackpot di un milione di dollari, mentre le formazioni iniziali dell’ All-Star Game saranno determinate dal voto dei tifosi. Per il cambio di campo ci sarà una riduzione di cinque-dieci secondi. mentre le interruzioni di gioco nazionali saranno ridotte di 25 secondi. Da questa stagione sono ridotte a cinque le visite sul monte. il mercato si chiuderà il 31 luglio. I roster fino al 31 agosto saranno portati da 25 a 26 atleti ma diventeranno solo 28 dal 1 settembre e non più 40. Dal 2020 i lanciatori dovranno rimanere in pedana almeno tre battitori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *