CR7 chiama, Leo risponde Il ritorno dell’eterna sfida


Anche questa sera un Barcellona devastante, ma questa non è una novità. Allo stesso modo non è una novità registrare l’ennesima prestazione di altissimo livello di Leo Messi, protagonista assoluto della “manita” blaugrana al Lione. Dei cinque gol ai francesi, due li ha messi a segno la Pulce: un raffinato cucchiaio dagli undici metri e una serpentina vincente che ha ubriacato la difesa avversaria, prima di trafiggere Gorgelin. In mezzo le giocate sontuose e i due assist a Piqué e Dembélé che hanno trascinato i blaugrana verso i quarti di finale. E un bottino personale che sarebbe potuto essere ancora più gonfio se l’argentino non avesse trovato sulla sua strada due portieri comunque autori di una buona prova.
numeri — Due gol e due assist, dicevamo, ma anche il maggior numero di dribbling riusciti (3); Messi è anche colui che ha cercato più volte la porta: 5 i tiri nello specchio. E adesso, insieme a Lewandowski (che però ha già detto addio alla competizione) la stella del Barcellona vola in vetta alla classifica marcatori della Champions League, a quota otto gol.
l’eterna sfida — Otto gol, il doppio di quelli messi a segno da Cristiano Ronaldo in questa edizione del torneo. Un’edizione che promette un ritorno: l’eterna sfida tra i due fuoriclasse del calcio contemporaneo. Entrambi reduci da due sontuose prestazioni, entrambi protagonisti e trascinatori delle rispettive squadre. Con un unico obiettivo nella testa: arrivare al Wanda Metropolitano e alzare la coppa più ambita. A tal proposito, Ronaldo ne vanta una in più rispetto a Messi (5 contro 4), e vincerla con la Juventus, visti i precedenti bianconeri, avrebbe un sapore diverso. Mentre è esattamente paritario il bilancio dei palloni d’oro, cinque a testa, un titolo per il quale si profila ancora una volta l’ennesima sfida a due che per un decennio ha monopolizzato la scena.
la pulce — Intanto, però, Messi esalta il suo migliore rivale e non ha dubbi sull’eventuale esito del sorteggio: “Ciò che hanno fatto ieri Ronaldo e la Juventus è stato impressionante, è stata una grande sorpresa, la Juve ha travolto l’Atletico. Personalmente pensavo che opponessero maggior forza. La Juve ha un grande potenziale e per Cristiano è stata una notte magica. Il sorteggio? Il City e la Juve sono molto forti, l’Ajax è uno squadrone di gente giovane, chiunque ci capiti sarà duro da superare”. Che duello sia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *