Meret, Ospina, Karnezis… Le paure dei fantallenatori


C’è una sola certezza al momento tra i pali del Napoli, la presenza di David Ospina ad Anfield contro il Liverpool. Di conseguenza, il colombiano potrebbe stare a guardare domani contro il Frosinone perché non è il caso di correre rischi visto che in Champions giocherà lui (è sempre stato così). Toccherà dunque, con ogni probabilità, ad uno tra Karnezis e Meret che, invece, per la prima volta sono in ballottaggio. Già perché l’ex della Spal ha recuperato dall’infortunio al terzo medio dell’ulna sinistra rimediato il primo giorno di ritiro e dunque è finalmente pronto (a distanza di cinque mesi dall’operazione) a contendere il posto a quello che era già un suo compagno all’Udinese.
garanzia — A proposito, ha lavorato ad Udine anche il preparatore del portieri Alessandro Nista, legatissimo ad Ancelotti con il quale appunto condividerà la scelta di chi schierare in porta contro il Frosinone. Karnezis sin qui ha dato ampie garanzie, anzi è decisamente meno perforabile — dati alla mano — di Ospina, anche perché è stato impiegato quasi sempre in partite con un quoziente di difficoltà non troppo alto. Fatto sta che per adesso ha incassato appena due reti in sei presenze, entrambe per di più imparabili (da Immobile e Caputo).
novità — Meret, però, vuole iniziare a prenotare quel posto da titolare che sarà suo presumibilmente per tanti anni. Ecco perché, stando ad alcuni spifferi, potrebbe essere arrivato il suo momento: oltre al recupero clinico, è dal punto di vista fisico e mentale che Meret sta dando segnali importanti. Una novità rispetto anche solo a qualche giorno fa. Adesso è pronto, ad Ancelotti l’ardua sentenza. (Gianluca Monti)
al fantacalcio — Per i fantallenatori, fino a questo momento, la situazione riguardante i portieri azzurri è stata spigolosa. C’è chi, prendendo per buone le notizie estive di un infortunio breve per Meret, ha acquistato l’ex Spal in coppia con Ospina; facendo poi i conti con le 6 partite giocate in A da Karnezis e trovandosi quindi in grosse difficoltà numeriche. Se il giovane scuola Udinese dovesse dimostrare di esser tornato al 100%, il tandem degli estremi difensori del Napoli sarà composto da lui più l’ex Arsenal con il greco relegato al ruolo di terzo portiere. Da gennaio in poi, il ballottaggio per difendere la porta azzurra dovrebbe riguardare allora esclusivamente Meret e Ospina. Ma per ora è un bel dilemma e in tanti sono costretti a restare in 10 per “colpa” dei portieri del Napoli…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *