L’Inter cerca il vero Perisic Spalletti lo prova da punta


È un periodo particolare per Ivan Perisic, l’uomo chiave secondo Spalletti per l’assalto alle big del campionato. Un’investitura importante fatta in estate. Parole forti, che sottolineano l’enorme stima che il tecnico nutre per il suo esterno. Eppure il rendimento di Perisic stenta a decollare: fin qui due reti e due assist in campionato ma zero acuti in Champions. Rispetto alle prime 11 partite dello scorso campionato il croato ha fatto meglio soltanto per i cross effettuati su azione, ma il resto del bilancio è in rosso, a cominciare dai gol realizzati: Perisic non segna in campionato da due mesi e il conto delle reti è fermo a 2, contro le 4 delle prime 11 dello scorso torneo. In più, è dietro negli assist (2 contro 5), nei tiri in porta (8 a 12), nei tiri complessivi (31 a 37), nelle occasioni create (19 a 27) e nei dribbling riusciti (8 a 11). Spalletti era partito sin dall’inizio con l’idea di avvicinarlo alla porta e il recente passaggio al 4-3-3 può essere anche visto in questa chiave: Perisic più stretto accanto a Icardi e più vicino alla porta.
LEGGI L’ARTICOLO COMPLETO SULLA GAZZETTA DELLO SPORT IN EDICOLA OGGI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *