La Nord contesta Preziosi Lo striscione è minaccioso


Toni duri. Che fanno tanto rumore in casa Genoa. Dalla gradinata Nord del Ferraris, il coro è stato chiarissimo: con Preziosi lo strappo è netto. Perché dopo una tregua dettata anche dai risultati, la tifoseria genoana ha imputato al patron l’esonero di Ballardini e il conseguente ritorno di Juric in panchina, oltre alla sfilza d’insuccessi che hanno abbassato le pretese del club ligure. La contestazione è stata annunciata attraverso un comunicato diramato due giorni prima della gara: “Vogliamo bene al Genoa, non smetteremo mai di sostenerlo – si leggeva – ma la nostra pazienza è finita. Senza se e senza ma”.
lo striscione — “Preziosi prima o poi anche tu morirai… il Genoa mai”, dai gruppi della gradinata Nord è arrivato inoltre questo messaggio sotto forma di striscione. Preziosi ha disertato il solito posto in tribuna: voleva evitare di alimentare polemiche, d’incrociare sguardi. Nel mirino è finito anche Miguel Veloso, marito di Paola, figlia del numero uno genoano: al momento dell’annuncio delle formazioni, il portoghese è stato sommerso di fischi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *