Sirigu, 2018 da incorniciare Nessuno come lui sui rigori


Salvatore Sirigu ha rialzato la saracinesca. Dopo aver perso il posto al Psg il portiere sardo ha provato, senza riuscirci, a rilanciarsi in Liga con il Siviglia. E dopo la breve parentesi all’Osasuna è rientrato in Italia, nell’estate del 2017, al Torino. In Serie A il numero uno granata è tornato una sicurezza, come ai tempi di Palermo e dei primi anni in Francia. Un ritorno in bello stile che confermano anche i numeri: nel 2018, non a caso, Sirigu è stato il miglior para-rigori di tutti i cinque principali campionati europei (Liga, Premier League, Bundesliga, Ligue 1 e Serie A).
certezza — Da inizio 2018, su cinque rigori fischiati contro, Sirigu ha dovuto recuperare la palla dalla rete in una sola occasione. Quattro parate dunque su cinque penalty, nessuno come lui in Europa. L’unico in grado di ipnotizzarlo dal dischetto nel 2018 è stato Thereau, in Torino-Fiorentina, finita per 2-1 in favore dei toscani dello scorso marzo. A dirla tutta nel 2018 Sirigu ha preso gol su rigore anche da Griezmann nell’amichevole tra l’Italia di Mancini e la Francia di giugno. In quel caso Sirigu intuì la traiettoria del giocatore transalpino ma il tiro risultò troppo angolato per riuscire a deviare anche quel tentativo. Una curiosità: Sirigu ha preso gli ultimi due gol su rigore in Serie A su tiri centrali, il sardo infatti è molto bravo a battezzare l’angolo giusto mentre fatica di più, come è naturale per un portiere dal dischetto, a restare fermo sino all’ultimo per intuire un tiro potente e centrale.
magic — Non solo rigori però. Sirigu è tornato a tutti gli effetti uno dei migliori portieri in Serie A e per la Nazionale, come dimostrano le recenti prestazioni tra uscite in sicurezza e bei tuffi. Alla Magic per media è il terzo portiere (tra quelli sempre presenti) con una pagella del 5,36. Meglio fanno solo Handanovic dell’Inter con 5,68 e Cragno del Cagliari con 5,4. Se guardiamo invece la media voto Gazzetta tra i numeri uno sempre presenti, Sirigu è il secondo migliore con una pagella di 6,31. Davanti a lui solo Cragno (6,4), che Sirigu sfiderà il 26 novembre proprio nella sua Sardegna dopo la pausa per le nazionali. Mentre hanno la sua stessa media sia Consigli del Sassuolo che Sepe del Parma, entrambi però molto meno Magic di lui per numeri. Insomma, Sirigu è definitivamente tornato, per il Torino, per la Nazionale e soprattutto per il fantacalcio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *