Savon, un mito in carcere Accusa: molestie su minore


L’ex campione cubano Felix Savon vincitore di tre ori olimpici, è detenuto in una prigione dell’isola caraibica, accusato di molestie su un minore. La fonte è il giornalista indipendente Abraham Jiménez Enoa che ha pubblicato la notizia in un articolo sulla rivista digitale Gatopardo. Secondo Jiménez, da almeno un mese Savon si trova in carcere a seguito della denuncia della famiglia di un bambino di età inferiore ai 12 anni. Sempre nell’articolo, viene riportato che non è la prima volta che Savon incorre in questo tipo di crimine. In passato era sempre stato protetto dal regime che voleva evitare il danno all’immagine pubblica di uno dei suoi atleti più famosi a livello mondiale.
Felix Savon, oggi 51enne, ha concluso la sua attività sportiva nel 2001, dopo due decenni sul ring che ha iniziato a praticare all’età di 14 anni. Nella sua carriera ha conquistato tre medaglie d’oro nei Giochi olimpici (Barcellona 1992, Atlanta 1996 e Sydney 2000) nella categoria dei pesi massimi, impresa realizzata solo dal connazionale Teofilo Stevenson e dal l’ungherese Laszlo Papp. Inoltre, ha conquistato l’oro dei Mondiali in sei edizioni consecutive (dal 1986 al 1997) e tre Giochi Panamericani. È il pugile cubano con più successi internazionali (19), il suo record è di 266 vittorie 9 sconfitte. Negli anni dei suoi trionfi era stato definito dal regime castrista “il pugile della vittoria e della storia”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *