Gattuso, l’infermeria è piena Kessie ce la fa, dubbio Calha


Se la precedente sosta per le nazionali era stata negativa per il Milan, che aveva appena trovato costanza di risultati, stavolta la pausa capita a proposito. Saranno due settimane utili per recuperare alcuni giocatori che oggi non sono a disposizione, o che scendono in campo in condizioni tutt’altro che perfette. Prima di dedicarsi alle cure, però, c’è il durissimo scoglio di domenica da superare: a San Siro arriva la Juve, e Gattuso ha gli uomini contati. Ai lunghi stop che hanno riguardato Strinic (problemi al cuore, fin qui mai a disposizione), Caldara e Biglia, si è aggiunto quello di Bonaventura: per fortuna il ginocchio infiammato di Jack non è grave, ma il dolore era diventato cronico e contro i campioni d’Italia non ci sarà.
chi c’è e chi no — Le buone notizie riguardano Calabria (caviglia a posto) e soprattutto Higuain, che oggi s’è allenato in gruppo e pare aver smaltito del tutto i postumi del colpo incassato a Udine tra schiena e fianco. Stringerà i denti anche Kessie, uscito malconcio da Siviglia e in generale affaticato, con un ginocchio non a posto. Poi comincia la lista dei dubbi: Musacchio, dopo l’involontario scontro con Kessie in Europa League, migliora e non dovrebbe essere messo fuori causa dalla tremenda botta alla testa subita. Cutrone ha di nuovo male alla caviglia infortunata in Under 21, stesso discorso per Calhanoglu (piede), che ha accusato il riacutizzarsi dell’ematoma e al Villamarin ha lasciato il campo zoppicando.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *