Mentalità, sistema e uomini Le tre rivoluzioni di Gattuso


Premessa doverosa: se il Milan avesse lasciato per strada alcuni dei 9 punti conquistati nelle ultime tre giornate di campionato, probabilmente Rino Gattuso non avrebbe ricevuto tanti complimenti, come invece sta avvenendo dopo l’1-0 a Udine. Perché i risultati, soprattutto per un Diavolo che ha perso parecchio terreno in partenza, fanno tutta la differenza del mondo. La classifica ora sorride al Diavolo: 5 punti in più rispetto allo scorso campionato. Oggi il Milan è in zona Champions, dodici mesi fa era… a -12.
wenger — Come spiega Marco Pasotto nell’articolo sulla Gazzetta dello Sport in edicola oggi, Gattuso s’è ripreso il Milan mettendo in atto una tripla rivoluzione. A volte dettata dall’emergenza, altre volte frutto di una precisa scelta. Rino ha cambiato uomini e sistema di gioco, agendo con successo anche sulla mentalità dei suoi giocatori. E i risultati iniziano ad arrivare. Anche per allontanare l’ombra dei possibili successori sulla panchina del Milan: dopo Donadoni e Conte, il nome più caldo ora è quello di Wenger, almeno stando a ciò che scrive France Football. Ma con un filotto di vittorie così, un avvicendamento alla guida dei rossoneri non sembra proprio all’ordine del giorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *