Mazzarri: "La strada giusta Così ci sbloccheremo"


Il primo tratto che salta all’occhio è la serenità sul volto di Walter Mazzarri. Le buone prestazioni del suo Toro, apparso in crescita progressiva contro Bologna e Fiorentina sul piano del gioco, hanno tranquillizzato il tecnico granata dopo le polemiche post Fiorentina. “Questa è la strada giusta: soprattutto nelle ultime due partite abbiamo espresso un bel calcio, aggressivo e molto propositivo. La mia esperienza mi dice che bisogna continuare a perseguire la strada delle prestazioni per ottenere i risultati. Continuando così, ci sbloccheremo”. Di una cosa WM è convinto: domani a Genova, in casa della Sampdoria, il suo Toro è atteso da un esame di maturità. “Vorrei rivedere soprattutto lo stesso piglio che la squadra ha avuto contro la Fiorentina – commenta Mazzarri alla vigilia di Sampdoria-Torino -. Mi piacerebbe molto ritrovare la stessa personalità e la stessa concentrazione avute sin dall’inizio contro la Fiorentina in casa di una squadra forte, strutturata, molto aggressiva, che lavora a questo progetto da 3 anni e con alle spalle un mercato molto importante. Questo sarebbe per noi un ulteriore salto di qualità. Mantenere il rendimento alto anche a Genova sarà per noi un’altra verifica”.
concetti — Personalità, ma anche altro. “In questo periodo stiamo giocando bene, ma stiamo raccogliendo poco. E’ per questo che domani mi piacerebbe vedere anche maggiore concretezza. In settimana abbiamo lavorato tanto sulle occasioni sotto porta, sulle situazioni da ultimo passaggio. Resto ottimista – continua Mazzarri – perché iniziamo a produrre in ogni partita tante occasioni pulite da gol, cosa che non ci riusciva all’inizio della stagione, e sui concetti di gioco non commettiamo più errori. Continuando su questa strada, di colpo ci sbloccheremo”.
arbitri, var, 4° cambio — Mazzarri ha voglia di archiviare questa settimana riempita anche dalle polemiche, raccogliendo l’invito lanciato dal presidente Urbano Cairo di tenere i toni bassi. “Per chiudere questa settimana, voglio solo precisare che il reclamo per la mia squalifica è stato fatto per precisare, da parte nostra, quanto era successo: naturalmente accettiamo le decisioni degli organi giudicanti, ma ora vorrei non parlarne più e parlare solo di calcio”. Mazzarri sottolinea come “certo che la panchina e il contatto con il campo mi mancheranno, ma sono tranquillo perché i calciatori sanno a memoria che cosa io voglio e con il mio vice Frustalupi c’è una sintonia assoluta”. E apre una parentesi sulle proposte che il Torino sta rilanciando in questi mesi per migliorare il gioco del calcio, come la chiamata-Var a disposizione dei capitani durante una partita. “Nel mio piccolo, ho contribuito anch’io a stendere l’elenco delle proposte fatte dal nostro presidente Cairo per contribuire a migliore il nostro calcio, come ad esempio sul tema della Var. Mi ha fatto piacere che ex arbitri internazionali hanno ben recepito questo messaggio (il riferimento è a De Marco e a Tombolini, ndr). E’ diventato molto importante anche aumentare il numero delle sostituzioni e portarle da 3 a 4, visto che nel calcio c’è sempre più atletismo. Facendo attenzione a definire anche delle finestre durante una partita per i cambi, così da evitare le speculazioni”.
convocati e formazione — Domani Mazzarri riproporrà la stessa formazione scelta contro la Fiorentina, “questi undici stanno facendo benissimo, per cui meno cambi e meglio è”, dice. E allora: Sirigu tra i pali, Izzo, Nkoulou e Djidji nella difesa a tre. De Silvestri, Meité, Rincon, Baselli e Aina a centrocampo; Iago Falque e Belotti in attacco. Tra i convocati torna Ansaldi dopo l’infortunio. Ecco i convocati di Mazzarri. Portieri: Ichazo, Rosati, Sirigu. Difensori: Aina, Ansaldi, Bremer, De Silvestri, Djidji, Izzo, Lyanco, Moretti Nkoulou. Centrocampisti: Baselli, Berenguer, Lukic, Meité, Parigini, Rincon, Soriano. Attaccanti: Belotti, Edera, Iago Falque, Zaza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *