Lacazette risponde a Milner Klopp frena in testa


L’Arsenal di Emery fa 13 e il segno giusto della schedina è il gol di Lacazette all’82’. Il Liverpool, passato al 61’ con una sassata di Milner, ci resta male e può rimpiangere il mancato utilizzo della VAR in Premier dopo il gol annullato a Mané al 18’ del primo tempo sullo 0-0: decisione errata quella del guardalinee Long, il senegalese era in posizione regolare. Con l’uso della moviola, la segnalazione sarebbe stata sconfessata, ma in Inghilterra se la sono presa comoda e questo è il risultato.
MERITI ARSENAL — L’altro risultato, quello finale, legittima i meriti di un Arsenal che, al netto di un modulo inalterato rispetto agli ultimi anni e con uno stile di gioco sicuramente in linea con la filosofia di Wenger, ha però il marchio di fabbrica del carattere basco di Emery. I Gunners non mollano mai e rispetto alle ultime stagioni hanno la forza di saper reagire ai pugni pesanti. Sotto gli occhi di Claudio Ranieri, commosso durante il minuto di raccoglimento dedicato al presidente del Leicester scomparso nella tragedia del 27 ottobre, il match decolla subito: Alisson al 2’ deve uscire sui piedi di Lacazette. Al 14’, doppia occasione Arsenal: un tiro di Aubameyang viene deviato in angolo da Gomez e sul tiro di Xhaka arriva la risposta di Alisson. I Gunners insistono e sul cross di Aubameyang l’uscita di Alisson al 16’ è un mezzo pasticcio: la capocciata di Mkhitaryan non è precisa. Il Liverpool è vivo e al 18’ avviene l’episodio incriminato. Firmino colpisce la traversa e sulla ribattuta Mané segna, ma Long alza la bandierina e Marriner annulla.
IL PALO — Leno è bravissimo nella uscita bassa su Van Dijk al 23’, un minuto dopo il portiere dell’Arsenal respinge il sinistro di Robertson. Bellerin dà la scossa un minuto dopo e al 32’ viene fermato Lacazette. Splendido l’assist di tacco di Ozil per Lacazette al 39’: il Liverpool si salva. In chiusura di tempo, occasione da urlo per i Reds: punizione di Milner, capocciata imperiale di Van Dijk, palo. I GOL Si riparte e si gioca ad un ritmo ancora più elevato. Leno ferma Firmino al 57’, ma al 61’ un’uscita maldestra del portiere tedesco sul cross di Mané fa schizzare il pallone sul tacco di Holding: sulla carambola, arriva un destro spietato in corsa di Milner. Emery avvia i cambi: dentro Iwobi, fuori Mhkitaryan. Firmino sfiora il 2-0 di testa ed ec co la seconda sostituzione dei Gunners: esce Aubameyang – con l’aria seccata -, via libera a Ramsey. Iwobi comincia a martellare il fianco destro del Liverpool e un passaggio del nigeriano in verticale libera Lacazette: il francese aggira Alisson, prende la mira e trova l’1-1. L’ultimo assalto è portato da Mané: l’Arsenal si salva e ancora una volta Emery resta in piedi nelle sfide con Klopp.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *