L'Udinese blinda De Paul Rinnovo fino al 2023


Avanti insieme. Rodrigo De Paul, il talento argentino che ha già segnato cinque gol in questo campionato e che è stato appena convocato per la seconda volta con la Nazionale argentina, e l’Udinese hanno rinnovato il contratto. Un impegno siglato ieri fino al giugno 2023. E annunciato dal direttore generale Franco Collavino e da quello dell’area tecnica Daniele Pradè, proprio alla vigilia della delicata sfida di domenica sera contro il Milan. “Questo rinnovo segue quelli di Samir (2023), Lasagna (2023) e Stryger Larsen (2022) che abbiamo già rinnovato. Il segno che questa società lavora e tanto”, ha aggiunto Pradè.
felicita’ — Rodrigo De Paul, 24 anni, che è anche in attesa di diventare papà, a gennaio, ha accolto con entusiasmo il rinnovo. Lui che segnò il suo primo gol in maglia bianconera proprio al Milan nel 2017 al primo anno di Udinese. “Sento la fiducia della società, un club importante, un grande club. Sono cambiate tante cose da quando sono arrivato. Mi volevano ammazzare perché presi la 10 di Totò Di Natale, adesso credo di essere un calciatore importante per questa squadra in cui ho giocato tanto, un’ora tinta di partite. Ora penso solo al Milan, a fare una grande partita e, possibilmente, a vincerla. Penso siamo nelle condizioni di fare molto bene, poi se arriverà un altro gol come quello fatto al Genoa tanto meglio. Io ci proverò, ma non mi pongo obiettivi di gol personali (ha già superato il suo record di 4). D’estate si è parlato forse fin troppo della mia situazione di mercato, ma si è risolto tutto in fretta e l’allenatore, Julio Velazquez, mi ha fatto subito sentire la sua fiducia. Sono arrivato qui molto giovane, e ancor più giovane, a 19 anni, in Europa a Valencia dove ho giocato subito la Champions. Devo ancora migliorarmi tanto (nello scaricare più in fretta il pallone, difensivamente è ancora di più in fase realizzati a ndr), ma non credo di essere venuto fuori tardi”. De Paul non può giurare un futuro alla Di Natale nel club: “Lui ha fatto qualcosa di unico”. Ma è grato alla società per la quale darà tutto: “Dobbiamo fare punti subito con Milan ed Empoli. Poi tornerà con l’Argentina per preparare le due amichevoli con Messico. Essere in quella Nazionale è un sogno. Dybala mi ha presentato bene, Pereyra pure, siamo giovani, ma mi sembra un gran gruppo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *