Ansia Biglia: fuori un mese? Montolivo resta ai margini


È stato Rino Gattuso, subito dopo Milan-Genoa, a redigere la diagnosi su Lucas Biglia: “Ha avuto una ricaduta su una vecchia cicatrice del polpaccio, sarà lunga”. Per l’argentino, che mercoledì ha lasciato San Siro in stampelle, si prevedono settimane di stop, la sua assenza potrebbe aggirarsi intorno al mese. Un vero guaio per i rossoneri, che non hanno grandi alternative in regia: Alessandra Gozzini, nell’articolo sulla Gazzetta dello Sport in edicola oggi, fa il punto sul centrocampo milanista, con particolare attenzione alla situazione di Riccardo Montolivo.
rimpianto — Sì, perché l’ex capitano resta ai margini del progetto di Gattuso, che ha più volte motivato la decisione insistendo sul concetto di “scelta tecnica”. Montolivo, escluso dalla tournée americana in estate, lavora con la squadra ma viene escluso anche dalle partitelle di allenamento (venne inserito nella formazione Primavera durante l’ultima pausa per le nazionali). Lavora anche quando avrebbe facoltà di riposare, segue i compagni quando vanno in campo e li incita sui social network. Dove, tra l’altro, molti tifosi rossoneri iniziano a rimpiangerlo, vista il rendimento non entusiasmante di Bakayoko e lo scarso utilizzo di Mauri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *