Solari, buona la prima Real Poker al Melilla in coppa


Buona la prima per Santiago Solari. L’argentino ha debuttato ieri sera a Melilla sulla panchina del Madrid guidando i blancos a un comodo successo contro la squadre dell’enclave spagnola in Africa: all’Alvarez Claro nell’andata dei sedicesimi di finale è finita 4-0, il ritorno al Bernabeu d’inizio dicembre sarà una formalità.
NOVE CAMBI — Rispetto al Clásico di domenica confermati solo Sergio Ramos, che doveva restare a casa ma ha chiesto di viaggiare e di giocare sottolineando la difficoltà del momento della squadra, e Benzema. Titolare tra gli altri anche il giovane Vinicius, che con Solari in terza serie giocava e segnava e che invece Lopetegui non considerava per la prima squadra. Debutto per il centrale Javi Sanchez, e squadra schierata con un inedito 4-2-3-1.
BENZEMA E ASENSIO — Il Melilla è secondo nel Gruppo IV della Segunda B spagnola ma non è parso granché solido: ha iniziato con forza ma si è sgonfiato rapidamente. Ed è andato sotto al 28’ quando ha lasciato solissimo nella propria area piccola Karim Benzema: per il francese comodo tocco per il settimo gol stagionale su assist da destra di Odriozola. Il Madrid è cresciuto, Lucas Vazquez è stato fermato tre volte dall’ottimo portiere avversario ma ha trovato il 2-0 nel recupero della prima parte con Asensio, servito da Vinicius.
DEBUTTO CON GOL — Benzema e Ramos sono usciti nell’intervallo, sostituiti da Valverde e Nacho con Asensio che è andato a fare il centravanti. Dani Barrio ha fatto altri miracoli ma al 79’ è stato battuto da una scivolata in mischia di Odriozola, alla prima rete col Madrid. Poi con la pioggia battente a far scivolare la gara verso la fine è arrivato il secondo debutto nel Madrid con l’entrata di Cristo che nel recupero ha firmato di testa il 4-0, su cross di Odriozola. Il Madrid respira, Solari può pensare al Valladolid.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *