Spalletti: "Urge migliorare Ma negato rigore solare!"


I bagliori del 3-0 esterno sul Bologna sono stati subito spenti dal clamoroso 0-1 interno di San Siro contro il Parma. Luciano Spalletti affronta il post partita con la consueta flemma ma l’amarezza è tanta: “È una sconfitta dolorosa, finché non abbiamo preso gol eravamo lì lì per vincerla anche se ci era mancata la determinazione e la fortuna per sbloccarla… I 4 punti in classifica? Le nostre potenzialità sono superiori, certo. Quattro punti sono pochi per quelle che sono le partite che abbiamo disputato e per la difficoltà delle partite che abbiamo fatto. Dobbiamo trovare il modo di reagire, bisogna rimanere più fermi e solidi col pensiero e la testa, però quel rigore che ci è stato negato è clamoroso (il riferimento è all’intervento di braccio di Dimarco, autore del gol vittoria degli emiliani, nella ripresa, ndr), lui tocca la palla e la manda via con il braccio, con il gomito. Si vede nettamente. E poi mi è dispiaciuto il loro ostruzionismo, già nel primo tempo”.
responsabilità — Il tecnico toscano è sincero nell’analisi dei 90′ e oltre del Meazza. Ok il presunto rigore negato, ma le colpe dei nerazzurri ci sono e le evidenzia senza problemi: “Siamo l’Inter, giocavamo a San Siro davanti a questo gran pubblico: non riuscire a vincere e trovarsi già con due sconfitte… Diventa difficile trovare scuse. Bisogna fare di più e anche io ho delle responsabilità. Se individualmente la risposta è quella di oggi, il mio lavoro non è fatto bene. Ho una squadra forte, una rosa ottima, e devo farla rendere bene. Le scelte iniziali credo fossero giuste, anche in funzione di chi doveva entrare. Forse non ho trovato il modo giusto di motivarli, ho delle responsabilità”. Colpa del tecnico ma anche dei giocatori: “Se quello che propone l’Inter in una gara con un Parma come questo, anche se per lunghi tratti abbiamo fatto bene, non basta, deve essere fatto di più. A volte si fa confusione come nel secondo tempo quando per dare di più abbiamo perso ordine”.
piove sul bagnato — Oltre ai tre punti sfuggiti a sorpresa, in casa nerazzurra si fa i conti anche con l’infortunio di D’Ambrosio: “Mi crea qualche problema, con Asamoah è l’unico disponibile per martedì, gli avevo detto di fare attenzione. C’era da vincere la partita, ma non è successo e quando le cose ti girano contro succede anche questo. A questo punto martedì contro il Tottenham ci sarà la possibilità di vedere Skriniar più sulla destra o proveremo la difesa a tre con Miranda”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *