Il Bayern non si ferma: 3-1 E il Leverkusen è fermo a 0!


Tre partite, 9 punti e il Bayern Monaco firmato di Robert Kovac è già primo da solo in Bundesliga. L’anno scorso, pur avendo vinto con 21 punti di vantaggio sullo Schalke secondo i bavaresi raggiunsero la vetta solo alla decima giornata. Oggi però il Bayer Leverkusen si è dimostrato troppo fragile (preoccupano atteggiamento e condizione fisica) per poter impensierire i campioni di Germania. A Monaco finisce 3-1, ma la squadra di Herrlich, una volta sotto, si è arresa immediatamente, smettendo di pressare gli avversari. Decidono quindi i gol di Tolisso (al 10′), Robben (19′) e James (89′), che hanno risposto al vantaggio iniziale di Wendell (al 4′ su rigore). Il Leverkusen è ultimo in classifica per la prima volta dopo 36 anni. In casa Bayern preoccupano le condizioni di Tolisso e Rafinha entrambi usciti per infortunio.
la gara — Kovac conferma il 4-2-3-1 con Gnabry e Robben larghi e Müller dietro a Lewandowski. Il Leverkusen risponde con il 3-4-3 con Jedvaj e Wendell esterni di centrocampo e Havertz e Bailey al fianco di Volland. L’idea di Herrlich era quella di mettere in difficoltà i bavaresi attraverso la velocità e la vivacità dei suoi giocatori. Ed effettivamente il Bayern inizialmente soffre: al 2′ Volland prova a mettere la palla in mezzo ma sul suo cross Thiago tocca il pallone di mano. Per l’arbitro è rigore: dal dischetto si presenta proprio Volland che si fa parare la conclusione da Neuer. Il direttore di gara fa però ripetere perché diversi giocatori bavaresi erano entrati in area prima che il pallone fosse effettivamente in gioco. Questa volta è Wendell a battere e a portare il Leverkusen in vantaggio. Già al 10′ il pareggio: Müller ruba palla al limite e serve Lewandowski, bravo a vedere l’inserimento di Tolisso. Il francese calcia, la conclusione viene respinta da Tah ma il pallone torna all’ex Lione che con al secondo tentativo la butta dentro. Al 19′ il Bayern approfitta di un clamoroso errore difensivo del Leverkusen per portasi in vantaggio: su lancio (troppo) lungo di Kimmich, Tah anticipa inspiegabilmente il proprio portiere servendo involontariamente il pallone a Robben che al volo realizza il 2-1. Al 31′ ci prova Müller con un tiro dal limite che Hradecky però controlla facilmente. Pochi istanti dopo è Robben a sfiorare la doppietta personale con un tiro che però sfiora il palo.
la ripresa — Nel secondo tempo il Bayern pensa a gestire il vantaggio, senza spingere mai più di troppo: al 48′ Gnabry, servito da Lewandowski, spreca un’ottima occasione sparando addosso ad Hradecky. Al 61′ ci riprova Robben, ma trova un attento Hradecky a dirgli di no. Il Leverkusen non riesce più a entrare in partita: il Bayern gestisce il pallone (80% di possesso palla), senza permettere agli ospiti di rendersi pericolosi. Anche per questo il Leverkusen si innervosisce: all’80’ Bellarabi viene espulso per un brutto e inutile fallo su Rafinha. All’89’ Thiago riesce a infilarsi in area di rigore e a servire uno splendido pallone a James che di testa fa 3-1. Annullato al 94′ il quarto gol dei bavaresi che avrebbe portato ancora la firma del colombiano che è però partito in fuorigioco. Finisce così, con il Bayern che prende subito il comando in Bundesliga e il Leverkusen che invece deve mostrare una reazione. Perdere a Monaco ci sta, ma l’atteggiamento è preoccupante.
curiosita’ — Mai, nella storia della Bundesliga, il Bayer Leverkusen aveva perso tutte e tre le prime partite di campionato. Il club si ritrova ultimo in classifica (attualmente ha la peggiore differenza reti) per la prima volta dopo 36 anni. Il Bayer, fra l’altro, è alla sesta sconfitta di fila a Monaco, campo sul quale ha vinto solo una delle ultime 29 partite (2-1 nella stagione 2012-13). Quello di Robben è il gol numero 140 con la maglia del Bayern: ha raggiunto Giovane Elber al settimo posto della classifica dei migliori marcatori della storia del club.
le altre — Pareggiano 2-2 Wolfsburg e Hertha, che erano le altre due squadre che, oltre al Bayern, erano ancora a punteggio pieno. Vince il Dusseldorf, che dopo aver pareggiato con il Lipsia batte 2-1 l’Hoffenheim. Bene il Mainz, che batte 2-1 l’Augsburg, mentre Timo Werner trascina il Lipsia alla prima vittoria stagionale con una doppietta nella partita vinta 3-2 contro l’Hannover. Nel pomeriggio il Borussia Moenchengladbach ospita lo Schalke di Domenico Tedesco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *