CR…oss per Ronaldo Allegri lo fa segnare così


Osannato, coccolato, ammirato, acclamato. Soprattutto, atteso: quel primo gol mancante continua a provocare immotivati attacchi d’ansia. Ma Cristiano Ronaldo è pure “fasciato”, avvolto da una Juve che non aveva mai battuto le fasce con tanta ostinazione come quest’anno: per far sbloccare CR7, Allegri sta, infatti, armando corsie da battaglia. Sta praticando l’antica arte del cross. Piovono da destra e da sinistra, copiosi più di quelli della altre rivali. E le tracce sono impresse sui tabellini.
pescato in areaFinora quattro dei sette gol complessivi della Signora sono nati dopo una qualche forma di cross. È stato Khedira, saggio e compassato, a inaugurare il genere: contro il Chievo, ha usato una sponda di Chiellini dopo una punizione laterale di Pjanic per la prima esultanza di stagione. L’autogol di Bani al Bentegodi, quello del 2-2, è arrivato su corner affilato di Bernardeschi, autore poi del gol-vittoria su rasoiata bassa di Alex Sandro. Gli altri due “traversoni” li ha trasformati in rete il vorace di Mandzukic: se a Parma Mario, imbeccato da Cuadrado, ha usato il difensore Iacoponi come la sponda di un biliardo, contro la Lazio aveva sfruttato la cilecca di Cristiano dopo passaggio di Cancelo. Già, dovrebbe essere l’alieno il destinatario di tanto ben di Dio, ma in casa Juve nessuno si preoccupa dell’andazzo: non esiste terminale migliore per una squadra che ha scelto di avvolgere ai fianchi la concorrenza. Finora Ronaldo è stato pescato in mezzo 8 volte: due con il Chievo, due con la Lazio, quattro a Parma.
la batteriaAlex Sandro è il cultore della materia in questa Serie A: 23 palloni rovesciati in mezzo su azione, quanto Lazzari della Spal, nome meno di grido ma altro specialista del genere. In casa Juve segue Cancelo, nuova variante adrenalinica di Allegri (11 traversoni), poi nell’ordine ecco Douglas Costa e Cuadrado (9), crossatori offensivi. La batteria di esterni di pregiata qualità invoglia la Signora a insistere sulle fasce: la conseguenza è che i bianconeri sono la squadra con più cross in queste prime tre giornate di A. Sono 79, 9 più dell’Inter, seconda in questa classifica. E anche se si restringe lo sguardo soltanto ai cross riusciti, quelli che sono effettivamente caduti sulla testa o sul piede di un compagno, comandano i bianconeri. In questo caso, il numero è 15, quanto il Cagliari che allarga furbescamente il campo per scatenare in mezzo Pavoletti. L’attaccante di Maran ci mette sempre la sesta, ma niente in confronto all’alieno portoghese. Nelle ultime stagioni Ronaldo ha segnato con il gioco aereo quasi quanto l’intera Juventus. Da quando è tornata a dettare legge, anno di grazia 2012, la Signora l’ha inzuccata in rete 84 volte, il solo Cristiano 62: meno dei bianconeri, ma neanche di tanto. Meglio non dimenticarsi, però, che CR7 conserva il numero delle ali sulle spalle e un tempo sgommava a cento all’ora sull’esterno. Spesso il Cristiano bianconero finisce per fare la punta centrale, ma a volte assiste Mandzukic ai lati del tridente. Così, capita spesso anche a lui di metterla in mezzo come ai vecchi tempi: su sei volte, in due occasioni ha smarcato un compagno. In fondo, in questa Juve «fasciata» anche CR sta per cross.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *