Ancelotti: "Troppi regali Non possiamo iniziare così"


Carlo Ancelotti lo aveva detto nella conferenza stampa di ieri e forse avvertiva il pericolo: non si può sempre andare sotto e rimediare. E dopo due rimonte consecutive, a Marassi il Napoli è stato incapace di cancellare una prima mezz’ora sbagliata: il 3-0 per la Sampdoria è un risultato pesante e l’allenatore è amareggiato. “Spiegare quello che è accaduto è facile – dice Ancelotti a SkySport -. Abbiamo avuto lo stesso approccio della altre due partite, ma stavolta non siamo riusciti a ribaltarla. Abbiamo regalato il primo tempo per atteggiamento e regalato anche il primo gol. Poi il 2-0 ci ha tolto certezze. Dobbiamo difendere meglio, essere più attenti e concentrati, più in partita. Il nervosismo in campo? Ci sta nel finale, quello che non ci sta è l’atteggiamento del primo tempo”.
Hamsik e callejon — Ancelotti ha lasciato in panchina Hamsik e Callejon, ma non ha rimpianti: “Magari fosse stato questo il problema perché in quel caso sarebbe stata solo colpa mia. Invece il problema è stato un atteggiamento generale: abbiamo spinto poco con i terzini, pressato in ritardo soprattutto con gli attaccanti”. Facile capire cosa c’è da migliorare: “I segnali ci sono stati nel secondo tempo: ho visto una squadra che lottava mentre nel primo tempo no. Se avessi la bacchetta magica vorrei che la squadra iniziasse le partite diversamente”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *