Cutrone: "Critiche ingiuste Onore giocare con Higuain"


Ti aspetti Higuain e… la risolve Cutrone. La prima vittoria della stagione del nuovo Milan è firmata dal ragazzo che in teoria, dopo l’arrivo del Pipita, non doveva trovare spazio. E invece, non solo i due hanno dimostrato di poter convivere tatticamente, ma è stato proprio il Pipita ad offrirgli il pallone da spingere in rete. “Sono contentissimo, abbiamo vinto la partita, cosa posso volere di più? Una vittoria così poi è ancora più bella – ha ammesso Cutrone ai microfoni di Sky Sport subito dopo il 2-1 sulla Roma-. Non capivo più niente, quindi sono veramente felice e spero di continuare così, di dare una grossa mano alla squadra per cercare di vincere le prossime partite”.
nuova coppia — Sull’intesa con Higuain, poi, dice: “Sappiamo tutti che giocatore è. È uno dei più forti al mondo, è un onore potermi allenare con lui e imparare da lui. Non ho mai voluto stare in panchina, soprattutto ora, però ho davanti a me un grandissimo attaccante e farò di tutto per mettere in difficoltà il mister. Se posso dare un aiuto anche partendo dalla panchina, lo do volentieri alla squadra”. E infatti, l’ammirazione di Cutrone per il Pipita non nasce oggi. Il ragazzo delle giovanili rossonere già tre anni fa postò sul suo profilo Instagram una foto col Pipita quando ancora vestiva la maglia del Napoli. Un’immagine di un incontro a Coverciano quando Cutrone era nell’Under 17 azzurra accompagnata dall’hashtag #fenomeno.

A Coverciano con Higuain ??? #coverciano #nazionale #napoli #fenomeno #higuain

Un post condiviso da Patrick Cutrone (@patrickcutrone63) in data:

schiaffo alle critiche — Infine, Cutrone commenta le critiche che ci sono state in settimana dopo la sconfitta col Napoli: “Non capisco perché ci siano state – dice -. Noi abbiamo espresso un buon gioco e si è visto anche oggi. Meritavamo la vittoria e siamo riusciti a ottenerla”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *