Sei domande, sei risposte Cosa ha detto la 1ª giornata


All’appello mancano ancora Atalanta-Frosinone e i due recuperi, Milan-Genoa e Sampdoria-Fiorentina, ma la prima giornata di Serie A ci ha dato già delle risposte importanti al fantacalcio. Vediamone alcune.
cristiano — La domanda era forse la più gettonata dell’estate: Cristiano Ronaldo in Italia segnerà a raffica? La risposta è arrivata dal Bentegodi di Verona, dove la Juve ha vinto 3-2 senza però che CR7 sia entrato nel tabellino dei marcatori. Attenzione: il portoghese non ha segnato, ma ha calciato ben 7 volte verso la porta del Chievo, inquadrandola in ben 4 occasioni. Il fatto che non sia arrivato il +3 pare più un caso che la regola. Con questa media, è presumibile che Ronaldo possa segnare almeno quanto in Spagna nelle ultime due stagioni, dove ha giocato però meno di 30 partite. Come abbiamo scritto tante volte, la Magic stagione di Cristiano si giocherà più sulle presenze che sui gol, che continuano ad apparirci scontati. Per noi la media di una rete ogni apparizione dal 1′ o giù di lì resta più che plausibile.
magic empoli — Ce lo eravamo chiesti presentando l’Empoli al fantacalcio: quanto è grande il salto dalla Serie B alla A? Ad aumentare i dubbi era arrivato il pesante k.o. in Coppa Italia contro il Cittadella. Alla prima in campionato, però, il giocattolo di Andreazzoli è tornato a divertire come qualche mese fa. In ottica Magic, tre i responsi: 1) Rasmussen può essere una piacevole sorpresa tra i titolari a basso costo in difesa. 2) Zajc può ripetere in A le magie viste in B. 3) Caputo non segna solo nelle serie minori. Semplicemente in Serie A non aveva praticamente mai giocato…
intrigo sassuolo — La sorpresa del primo turno è stato il bel Sassuolo di De Zerbi, capace addirittura di battere l’Inter di Spalletti all’esordio. Anche qui sono 3 i responsi dati dal campo: 1) In difesa, secondo i ben informati, De Zerbi era intenzionato a puntare per la stagione su Marlon e Lemos, ma il grande avvio di Magnani e Ferrari non può passare sotto traccia. E allora andateci con le pinze quando farete le vostre scelte… 2) Boateng ha dimostrato che da falso nove può essere una scommessa affascinante, soprattutto se sta così bene fisicamente. Dimenticate l’ultimo anno al Milan: tra Las Palmas ed Eintracht Francoforte ha segnato 16 gol in campionato in due anni. 3) Mimmo Berardi aveva chiuso bene la scorsa stagione e da Sassuolo ci dicevano stesse proprio bene: che dopo 3 stagioni difficili sia tornato la stellina di inizio carriera? Presto per dirlo, ma se avete l’asta questa settimana, tenetelo in considerazione.
ahi strakosha — Di solito, quando scegliamo i portieri al fantacalcio, ragioniamo molto sulla forza della squadra, più che sulle abilità del nostro numero uno. Strakosha lo scorso anno ha fatto bene, ma al fantacalcio hanno pesato i troppi gol subiti. La Lazio ha iniziato subito prendendo due gol in casa contro il Napoli. Ecco, tra le prime 6-7 chiamate per la porta, Strakosha non dovrebbe trovar posto nella vostra lega, altrimenti qualcuno ha preso un abbaglio. E speriamo non siate proprio voi…
vai justin — Justin Kluivert era di sicuro un buon investimento al fantacalcio nelle leghe con conferme gratuite sui giovani. Il figlio di Patrick è un classe 1999, ma all’esordio in Torino-Roma ci ha voluto avvisare: l’età non conta, averlo nella propria Magic squadra è un bene a prescindere. Ha cambiato la partita e ci ha dato la netta impressione che è già pronto per essere una stella da subito. Anche al fantacalcio…
bomber di provincia — A inizio campionato ci chiediamo spesso chi può essere l’attaccante di una piccola che può darci soddisfazioni senza spendere un patrimonio per i big alla Higuain e Immobile. Alla prima giornata hanno risposto presente Caputo (Empoli), Inglese (Parma) e Stepinski (Chievo). Il centravanti degli emiliani merita un approfondimento: è appena arrivato, ha segnato subito e in ottica Magic ha un grosso vantaggio: la sua titolarità come punta unica è assoluta e indubitabile. Ecco, mettetelo in cima alla lista tra i bomber di provincia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *