Messi ringrazia Ter Stegen La Supercoppa è del Barça


Nella impressionante bacheca di Lionel Messi, una collezione che fino a poche ore fa contava 32 trofei vinti con il Barcellona, c’è da scommettere che occuperà un posto speciale la Supercoppa di Spagna conquistata stasera a Tangeri contro il Siviglia. Che emozioni può dare una supercoppa nazionale in più a un uomo che ha già vinto quattro Champions League? Fortissime, indimenticabili, perché è la prima volta che l’argentino alza al cielo una coppa da capitano designato del Barça. In una serata in cui non è riuscito a segnare, Messi deve ringraziare Dembélé, l’autore del 2-1 finale, e Ter Stegen, che al 90′ para un rigore a Ben Yedder.
sarabia, poi piqué — La Supercoppa non era mai uscita fuori dai confini nazionali e non era stata mai assegnata in gara unica. Debutto assoluto anche per la Var in una partita ufficiale del calcio spagnolo. Lo stadio della città marocchina freme per vedere Messi all’opera accanto a Suarez. Nel Siviglia subito in panchina André Silva, mentre è in tribuna N’Zonzi, obiettivo di mercato della Roma. Si capisce subito che stasera sarà un’altra storia rispetto al 5-0 con cui il Barça aveva demolito gli andalusi in finale di Coppa del Re ad aprile. Il Siviglia passa dopo otto minuti: iniziativa personale di Muriel e assist a Sarabia che di sinistro non sbaglia; l’arbitro Del Cerro inizialmente annulla per fuorigioco, ma grazie all’aiuto del Var corregge la decisione. La squadra di Valverde accusa il colpo, ma riesce a riorganizzarsi e chiude il primo tempo schiacciando il Siviglia. Suarez si divora un’occasione importante, poi al 42′ il Barça trova il pareggio: palo di Messi su punizione, schiena del portiere Vaclik e ancora palo, poi sinistro in scivolata di Piqué a porta vuota.
che dembélé! — In apertura di ripresa, Valverde gioca la carta Coutinho mentre Machin risponde buttando nella mischia André Silva. Il Barça intensifica gli attacchi, ma quando il Siviglia vede spazi liberi punge in contropiede. E al 60′ sfiora un nuovo vantaggio: corner dalla sinistra, colpo di testa di Vazquez e palla sulla traversa. Scampato il pericolo, i blaugrana tornano a dominare. Vaclik salva su Messi, ma non può nulla al 79′ sulla botta di destro da fuori area di Dembélé, che finisce direttamente all’incrocio. Non è l’ultima emozione perché al 90′ l’arbitro concede un rigore al Siviglia per un fallo di Ter Stegen su Aleix Vidal: il portiere del Barcellona però blocca la conclusione debole di Ben Yedder dal dischetto. Finisce 2-1: Messi mette le mani sul primo trofeo della stagione, il 33esimo in carriera con la maglia blaugrana, uno in più di Iniesta. È il giocatore del Barça più vincente di sempre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *