Pussetto a tutto dribbling E l'Udinese balla il tango


L’Udinese ha una buona tradizione in Sudamerica. Senza tornare ai tempi di Zico e Balbo, basta citare Alexis Sanchez, Isla e compagnia. Insomma, quando i friulani si muovono nel nuovo mondo spesso pescano bene. L’ultimo della lista è Ignacio Pussetto, esterno d’attacco classe 1995, strappato all’Huracan per 8 milioni di euro.
caratteristiche — Alto 180 cm, fisico snello e agile, Pussetto è la classica ala argentina tutto dribbling e fantasia. Da giovanissimo è stato tormentato dalla pubalgia, ma sembra un problema superato. Dopo qualche difficoltà iniziale, si è imposto nel suo paese mettendo insieme numeri discreti: 9 gol e 7 assist nell’ultimo campionato argentino sono un buon biglietto di presentazione. All’occorrenza Pussetto può muoversi anche da finto nove. Attenzione però: non ha il fisico per fare il centravanti nel vero senso della parola, non fatevi ingannare dal metro e ottanta.
magic — Il sospetto è che l’Udinese abbia investito molto su di lui pensando di cedere De Paul. I due giocatori hanno caratteristiche simili, ma visto che il 10 bianconero non ha lasciato ancora la Dacia Arena, il tecnico Velazquez può pensare alla loro convivenza. Magari spostando De Paul a sinistra. In ottica titolarità, occhio anche alla concorrenza di Machis, mentre Lasagna dovrebbe agire stabilmente da centravanti, a meno di stravolgimenti negli ultimi giorni di mercato. Le chance di partire nell’11 di base, per Pussetto, sono comunque buone e questo rende il suo acquisto un’idea tutt’altro che bizzarra. In fondo 12 Magic milioni non sono un’esagerazione e nelle aste con gli amici potete strapparlo anche a meno, se non giocate con dei fini intenditori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *