Trovati i corpi dei 3 alpinisti Erano dispersi da martedì


Sono svanite nel pomeriggio le speranze di ritrovare vivi i tre alpinisti italiani dispersi sul versante francese del Monte Bianco e di cui non si avevano più notizie da martedì. Il corpo di Luca Lombardini è stato recuperato intorno alle 13 in un crepaccio. Ci vorrà più tempo, invece, per raggiungere e trasferire nella camera mortuaria di Chamonix anche i resti del fratello, Alessandro, 28 anni e della fidanzata, Elisa Berton, 27 anni: le continue frane ai piedi della parete rocciosa mettono a rischio l’incolumità dei soccorritori.
Le ricerche — Per circoscrivere l’area delle ricerche è stato usato lo stesso strumento che consente di ritrovare i telefoni smarriti. Nel suo cellulare Alessandro, militare del Soccorso alpino della guardia di finanza di Bardonecchia, aveva infatti attivato la geo-localizzazione. L’elicottero della ‘Securite’ civile si è spinto così a sorvolare la crepacciata terminale della Petite Aiguille Verte (3.512 metri), sul versante affacciato al ghiacciaio dei Rognons.
Il recupero — “E’ stata un’operazione delicatissima, ai piedi di una parete da cui piovono frammenti di roccia”, ha spiegato Delfino Viglione, comandante del Soccorso Alpino di Entreves, frazione di Courmayeur, in cui militari hanno operato sul campo con i colleghi piemontesi e la gendarmeria francese. È stato necessario tagliare la corda che teneva legato Luca ai due compagni di scalata, che si troverebbero più in basso nel crepaccio. “Interverremo non appena le condizioni lo permetteranno”, fa sapere la Gendarmerie d’haute montagne di Chamonix.
L’incidente — L’incidente è avvenuto quando i tre erano ormai riusciti a raggiungere la vetta. È certo che almeno uno sia scivolato, trascinando con sé i compagni di cordata. Un volo di 300 metri lungo la parete rocciosa, terminato all’interno del crepaccio. Senza testimoni, però, è impossibile ricostruire esattamente la dinamica. L’allarme per il mancato rientro dei tre ragazzi, tutti preparati fisicamente e conoscitori della montagna, era scattato martedì sera.
gli alpinisti — Luca Lombardini ha compiuto 31 anni propio martedì, il giorno in cui ha tentato la scalata. Assieme alla madre Fulvia gestiva la storica autoscuola di famiglia nel centro di Orbassano, dove ha sempre vissuto. Era appassionato di bici e di motocross e adorava la montagna, come il fratello Alessandro, finanziere del soccorso alpino di Bardonecchia. Il giovane militare era in ferie e sarebbe dovuto rientrare in servizio mercoledì, dopo aver festeggiato assieme a Luca e alla sua fidanzata Elisa Berton, insegnante di asilo di casa a Bruino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *