Ad Ancelotti non basta Milik Tris Wolfsburg al Napoli


L’ultimo test prima del campionato non è stato particolarmente positivo visto il 3-1 rimediato dal Wolfsburg. In Germania il Napoli ha fornito indicazioni contrastanti, ma tutto sommato la squadra di Ancelotti non si è discostata molto da quella vista con il Dortmund (anche se il risultato è stato diverso). Comunque, la “manita” con il Liverpool è servita di insegnamento: ora gli azzurri sono più disciplinati anche se nella “prova generale” è mancata cattiveria sotto porta. Molto gioco orizzontale nel primo tempo, pochi palloni in verticale sulle punte. Si sono visti solo a sprazzi Callejon ed Insigne. Anzi, da un errore di quest’ultimo è arrivato poi il gol del vantaggio dei tedeschi, realizzato da Brekalo. Non è stata l’unica occasione per i padroni di casa, complice una condizione non ottimale di Koulibaly. Mertens ha fatto il suo esordio stagionale nella ripresa partendo esterno a sinistra, un ritorno al passato. Il belga ha sfiorato il gol e fornito a Milik l’occasione per il pareggio.
difesa da registrare — Il polacco ha poi fatto uno ad uno di testa su cross di Mario Rui confermando le sue doti realizzative. Non indimenticabile, invece, l’esordio di Malcuit, che insieme ad Albiol è stato colpevole in occasione della doppietta di Mehmedi che ha mortificato le velleità di un Napoli che comunque nei secondi 45′ ha creato più di quanto fatto nel primo tempo. Certo, qualche equilibrio è venuto meno e su questo Ancelotti dovrà lavorare a fondo nei giorni che precedono la Lazio. A Giuntoli, invece, toccherà acquistare il portiere che manca e che potrebbe anche essere titolare all’Olimpico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *