Monchi, assalto a N'Zonzi Prende quota l'idea Suso


Giorni intensi per Monchi. Il Direttore Sportivo della Roma non ha avuto un attimo di relax dopo il rientro dalla tournée statunitense. Normale sia così, se il mercato chiama. Tuttavia, per i giallorossi, si profila il rischio di non completare l’organico. Infatti, le ultime ore registrano diversi raffreddamenti su tutti i fronti. Un rallentamento generale imposto dalla volontà di scegliere accuratamente e dalla difficoltà di accontentare le richieste economiche altrui.
SIVIGLIA E SALISBURGO — Resta comunque viva la pista che porta a N’Zonzi. Il centrocampista del Siviglia ha dato la sua disponibilità al trasferimento nella Capitale, ma le sue richieste economiche sono state considerate eccessive da Monchi. Inoltre, fa capolino anche il Barcellona, con lo spettro di un nuovo caso Malcom. Se ne riparlerà nelle prossime giornate. Decisamente complessa la trattativa con il Salisburgo: il d.s. del club austriaco, Freund, ha blindato Samassekou. L’affare non è compromesso, ma si farà solamente a cifre molto alte.
CACCIA ALL’ESTERNO — Non c’è solo il centrocampo nei pensieri dei giallorossi. L’incontro con l’agente Alessandro Lucci per discutere del rinnovo di Florenzi ha permesso anche di tornare a discutere della situazione di Suso. L’esterno spagnolo piace a Monchi, ma il Milan non è intenzionato a cederlo senza aver trovato un sostituto. L’operazione può andare in porto, ma solamente partendo da una base di 40 milioni. Una cifra abbassabile con l’inserimento di una contropartita. Il nome più gettonato a riguardo è Diego Perotti. Un’alternativa? L’idea era Leon Bailey del Bayer Leverkusen. Chiusura da parte di Rudi Voeller, d.s. del club tedesco: il ragazzo si muove solo di fronte a 50 milioni di euro. Troppi per la Roma.
L’ARTICOLO COMPLETO DI ANDREA PUGLIESE SULLA GAZZETTA IN EDICOLA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *