Giraglia, l'ora della verità Duello Cannonball-Momo


La serata dedicata alle festa degli equipaggi e alle premiazioni delle regate costiere, poi tutti a studiare il meteo e le tattiche per la regata lunga. La Giraglia Rolex Cup, organizzata dallo Yacht Club Italiano, è così: un cocktail fortunato di sport ai massimi livelli e di festa, in mare e fuori con oltre 2000 partecipanti. Dopo l’ultima giornata di regate costiere di ieri dai campi di regata della spiaggia di Pampelonne sono arrivati i responsi: il MiniMaxi 72 Cannonball ha vinto nella Classe 0. Magic Carpet Cubed nei Wally 100, Cuordileone nei ClubSwan 50 e Porron IX per gli Swan 45.
duello — Oggi a mezzogiorno le 222 barche della flotta, partiranno per la regata lunga. Rotta verso l’isolotto della Giraglia, e poi via, direzione Genova. Tutti gli equipaggi hanno studiato i modelli meteo e le tattiche per la regata lunga: le previsioni parlano di venti moderati in partenza e poi in diminuzione con l’avvicinamento alla Corsica. Sarà avvincente la lotta tra i MiniMaxi, con un probabile duello all’ultima raffica tra i tedeschi di Momo e l’italianissima Cannonball, il 72 piedi dell’armatore Dario Ferrari, socio dello Yc Italiano. Sulla barca di Ferrari, imprenditore mondiale della cosmesi, tanti nomi di lusso a partire da Vasco Vascotto, il tattico che ha vinto ovunque e che è stato assoldato da Luna Rossa per la prossima campagna di Coppa America, e poi Cico Rapetti che la Coppa l’ha anche vinta, con Alinghi. “Teniamo molto a questa regata – ha detto Vascotto – per il nostro armatore forse è la più importante a livello affettivo. In questi giorni ha sempre timonato lui, per la lunga ci daremo un po’ il cambio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *