Portiere, il casting continua Senza Leno l’idea è Sirigu


La questione portiere resta prioritaria. Ed ecco perché Cristiano Giuntoli tiene aperti i contatti con il Bayer Leverkusen, proprietario del cartellino di Bernd Leno, 26 anni, individuato come probabile sostituto di Pepe Reina. Una scelta fatta nella scorsa estate, quando Aurelio De Laurentiis si oppose al rinnovo del portiere spagnolo. Reina è poi arrivato a scadenza: tanti ringraziamenti, e la sua avventura napoletana si è conclusa il 20 maggio scorso, con l’ultima giornata di campionato e il lungo applauso del San Paolo. Da allora, è iniziato il casting per sceglierne il sostituto. Il primo profilo è stato e resta quello del portiere tedesco: con lui l’accordo è stato trovato sulla base di un quadriennale da 1,5 milioni di euro con l’aggiunta di alcuni bonus legati ai risultati. Leno s’è detto onorato e entusiasta della sua nuova probabile destinazione, rivelando quanto gli piaccia il calcio italiano, soprattutto la serie A. Il nodo da sciogliere riguarda l’intesa col Bayer Leverkusen. Da diverse settimane Giuntoli è in contatto coi dirigenti tedeschi: con loro sta trattando il prezzo del cartellino. La prima richiesta è stata di 25 milioni di euro, una cifra che il diesse napoletano non ha nemmeno considerato, rigettandola con un’offerta sotto i 20 milioni. Dopo qualche momento di gelo, le parti hanno ripreso a trattare e non è escluso che l’operazione si possa concludere nel volgere di qualche giorno: De Laurentiis è pronto a investire dai 15 ai 18 milioni di euro per ingaggiare il portiere.
rivalsa — A Napoli, Bernd Leno vuole venire per vincere e per riconquistare il posto in Nazionale. Purtroppo per lui, Joachim Low, il cittì tedesco, lo ha escluso dall’elenco dei convocati per il Mondiale russo, preferendogli, come terzo portiere, Trapp, dodicesimo di Areola al Psg. Il titolare sarà Neuer, il secondo Ter Stegen. Leno è stato visionato parecchie volte nel corso della scorsa stagione, talvolta direttamente da Giuntoli, pronto a garantire sulla bravura di questo ragazzone di 190 centimetri che conta soltanto 6 presenze con la quale ha esordito nel maggio 2016, perdendo contro la Slovacchia e subendo due delle tre reti incassate dalla Germania.
alternativa sirigu — Intanto, dopo un primo sondaggio, il Napoli sta considerando anche l’ipotesi di incontrare la dirigenza del Torino per Salvatore Sirigu: Giuntoli vuole avere un’alternativa valida, nel caso col Leverkusen non si arrivasse ad un accordo. Sirigu ha un sostenitore importante: Carlo Ancelotti. I due hanno lavorato insieme da gennaio 2012 a giugno 2013, e vinto il campionato, nel periodo in cui sulla panchina del Psg c’era proprio l’attuale tecnico napoletano. La differenza tra Leno e Sirigu è nell’età: l’estremo difensore del Torino e della Nazionale italiana ha compiuto 31 anni lo scorso mese di gennaio, mentre il tedesco ne ha 5 in meno. Il costo del suo cartellino non dovrebbe andare oltre i sei milioni di euro. A breve, comunque, potrebbe anche porsi il problema del dodicesimo, soprattutto se Sepe dovesse chiedere di andare via. Il ragazzo è rientrato a Napoli dopo l’esperienza di Empoli; dopo due anni vissuti in panchina all’ombra di Pepe Reina, adesso vorrebbe giocare. Nei prossimi giorni Giuntoli ne incontrerà gli agenti per valutare il da farsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *