Cagliari, è feeling col Napoli Sardi su Grassi e Tonelli


Il Cagliari torna alla bottega del Napoli. Evidentemente tra i due club c’è feeling.Tra Tommaso Giulini numero uno dei sardi e Aurelio De Laurentiis dominus dei partenopei il rapporto sembra essere ottimo. Perché, dopo aver chiuso al termine del mercato estivo del 2017 l’affare Pavoletti, diventato l’acquisto più oneroso della nuova gestione cagliaritana (10 milioni più bonus), Giulini e il suo direttore sportivo Marcello Carli bussano nuovamente alla porta del Napoli. Al Cagliari piace Alberto Grassi, la mezzala tuttofare che De Laurentiis e Cristiano Giuntoli hanno messo sotto contratto nel gennaio del 2016 ma non hanno mai visto giocare con la maglia numero 88 perché il talento di Lumezzane, cresciuto nell’Atalanta, al primo giorno di scuola a Castelvolturno si è fatto male al ginocchio. E da lì non è più riuscito a recuperare un posto al sole di Napoli. È dovuto tornare nella pianura padana, a Ferrara, sotto le cure di Leonardo Semplici, per essere di nuovo protagonista con la Spal dove ha concluso la stagione della storica salvezza estense con 28 gettoni e tre gol, uno dei quali decisivo e bellissimo contro il Bologna. Grassi costa 8 milioni, troppi per la Spal che lo vorrebbe confermare. E a questo punto l’inserimento del Cagliari può portare Grassi a compiere un altro giro e ad arricchire il curriculum.
IN DIFESA Non è finita, il Cagliari ha messo gli occhi anche sul difensore Lorenzo Tonelli che Carli conosce bene per averlo avuto a Empoli con Sarri quando era lui il ds. Tonelli, che nell’ultima stagione con Sarri ha giocato appena quattro volte in campionato (con un gol) e due in Europa League potrebbe rilanciarsi in Sardegna e dare quel contributo di esperienza che ha fornito quest’anno Leandro Castan che difficilmente resterà. È della Roma, ha quasi 32 anni e ha uno stipendio altissimo. Meglio un ventottenne con la voglia matta di dare tutto. E questa potrebbe essere la grande occasione. Che il Cagliari cerchi un difensore è palese. Quindi qualcuno parte. Ieri sera il presidente Giulini era in tribuna allo Stirpe di Frosinone per vedere da vicino il centrale del Cittadella Marco Varnier, classe 1998 che è sulla bocca di tutti e soprattutto sul taccuino del Sassuolo dove è tornato l’ex ds rossoblù Giovanni Rossi. Ma Giulini ha voluto ricontrollare anche Luka Krajinc, difensore sloveno, 23 anni che al Cagliari non era riuscito a dimostrare pienamente le sue qualità e in B a Frosinone è stato sempre protagonista. Se i ciociari vanno in A devono riscattarlo dal Cagliari. Ieri tra le due pretendenti alla A tanti occhi puntati pure sull’attaccante ivoriano ventenne Kouame.
BARELLAIntanto il Cagliari monitora sempre Castro che aspetta segnali, ma segue anche l’interesse generale per il suo gioiello Nicolò Barella. C’è stato un abboccamento col Liverpool. In Italia, Inter e Roma lo apprezzano, ma bisogna vedere come va a finire la vicenda di Nainggolan, gestito, peraltro, da Alessandro Beltrami, lo stesso agente di Barella.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *