Scherma, Tricolori a Milano Sogno Mondiali 2021


Dopo 41 anni la grande scherma torna a Milano. Appuntamento dal 7 al 10 giugno con i campionati italiani Assoluti e i campionati paralimpici che si svolgeranno nei 10.000 metri quadri di FieraMilanoCity-Mi.Co. e che sono stati presentati stamane a Palazzo Marino, alla presenza del presidente della Federazione Italiana Scherma, Giorgio Scarso, dell’assessore comunale allo Sport, Roberta Guaineri, e della sua omologa in Regione, Martina Cambiaghi. 500 atleti — La gara più importante del calendario nazionale vedrà affrontarsi in pedana oltre 500 atleti in 12 gare di scherma olimpica (6 individuali e 6 a squadre), 18 di scherma paralimpica (16 individuali e 2 a squadre) e 2 gare di scherma non vedenti, per un totale di 32 titoli italiani messi in palio. “Milano è destinata a ospitare grandi eventi di tutti gli sport – ha detto l’assessore comunale Roberta Guaineri – trasmettendo valori importanti per ragazzi e famiglie. La scherma è un’arte marziale che rappresenta uno scontro tra atleti, ma trasmette soprattutto il rispetto per l’avversario”. Soddisfazione anche sulla sponda Regione, con l’assessore all Sport Martina Cambiaghi che ha sottolineato l’importanza di “iniziative che facciano da vetrina anche per discipline meno conosciute rispetto al calcio e che possano essere uno sprone per i giovani, ma non solo”. Scarso, dal canto suo, ha voluto sottolineare l’impegno degli atleti che “coniugano lo sport con lo studio e, ciononostante, stanno ai primi posti dei ranking internazionali. Sono atleti di primissimo piano – ha aggiunto – e sono pronti, una volta abbandonata l’attività agonistica, a fornire un servizio alla società. Dobbiamo dare visibilità all’italianità. Ricordiamoci che rappresentiamo un Paese che a volte è meno peggio di quanto lo si rappresenti”.
PER MILANO 2021 — Nel corso della manifestazione si terrà anche una riunione del Comitato Esecutivo della Federazione Internazionale di Scherma, dove sarà valutata l’ipotesi di una candidatura di Milano per i Mondiali del 2021. In merito, l’assessore Guaineri ha ribadito come “Milano ci sia e ci sarà sempre, ma è ovvio che è una decisione collegiale, anche governativa. I milanesi sono sempre entusiasti e le strutture ci sono, ma dovranno essere fatte altre valutazioni”. Infine il biglietto “Day Pass” andata e ritorno da tutte le stazioni della Lombardia a Milano Domodossola a 13 euro. Le finali dalle 16 su Raisport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *