Napoli, ecco cosa serve Due portieri, un terzino e…


Tantissime voci ma anche un certo numero di certezze: il mercato del Napoli si muove sulla falsariga di quanto prospettato da De Laurentiis e Giuntoli ad Ancelotti nell’incontro decisivo per la firma di Carletto. È arrivato Verdi e l’attacco è al gran completo, al netto di eventuali partenze dettate dalle clausole “pericolose” di Mertens e Callejon (rispettivamente 28 e 23 milioni).
INTRIGO — Si riparte, dunque, da dietro e nello specifico dai due portieri che servono per affiancare Sepe, ammesso che quest’ultimo resti come vice. Una scelta da prendere in fretta per capire di che profili andare: di certo, serve un titolare e in tal senso Leno del Bayer Leverkusen rappresenta da sempre la prima scelta ma anche l’operazione di più costosa (c’è una clausola da 28 milioni che però il Napoli non vuole pagare al Bayer Leverkusen). Con Leno e Sepe si cercherebbe poi un terzo portiere giovane, se Sepe dovesse andar via il giovane Lunin potrebbe invece diventare il secondo portiere del Napoli: è un ’99 di grande talento, gioca in Ucraina nello Zorya e piace anche all’Inter. In azzurro accetterebbe solo il ruolo di prima riserva, se ne sta parlando.
TERZETTO — Insomma, la situazione è in divenire, come del resto la scelta dell’alternativa a Hysaj (titolare comunque di una clausola da 50 milioni di euro) che potrebbe essere Bereszinky o il giovane Hachimi. Formula “tre per uno” invece in regia, nel senso che c’è un terzetto di candidati all’eredità di Jorginho (in procinto di passare al City per 50 milioni) con Fabian Ruiz, Torreira e Badeli, in rigoroso ordine di preferenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *