Il Venezia ferma il Palermo Ma ora Inzaghi deve vincere


La Gumina illude il Palermo, Marsura tiene aperta la qualificazione per il Venezia. Inzaghi ritorna in panchina, scontata la squalifica, cambia tre giocatori rispetto alla gara con il Perugia inserendo Del Grosso, Pinato e Marsura. Palermo con il 4-3-1-2, Trajkovski tra le linee, alle spalle di La Gumina dell’ex Moreo, panchina extra luxe con Coronado, Nestorovski, Gnahorè e Chochev. Gara contratta, squadre attente a non commettere errori, portieri a lungo inoperosi: Pomini neutralizza la conclusione di Del Grosso (3’), Audero fa altrettanto (5’) su Trajkovski, poi Litteri spedisce sul fondo di testa un ottimo cross di Del Grosso (9’). Sembrano le premesse per un primo tempo scoppiettante, le emozioni, invece, si esauriscono al 18’ quando Audero vola a deviare sulla parte alta della traversa il calcio di punizione velenoso di Trajkovski, libero di spaziare a suo piacimento tra le due linee del Venezia. Gran possesso palla delle due squadre, nessuna occasione fino al fischio di chiusura di Chiffi.
tutto nella ripresa — Murawski prova a sorprendere Audero all’inizio della ripresa, ma il portiere del Venezia si salva in corner, all’8’ il Palermo passa: passaggio millimetrico di Jajalo e piazzato perfetto di La Gumina, perso dai centrali arancioneroverdi. Siciliani vicino al raddoppio al 10’ con il destro dal limite di Trajkovski che lambisce il palo, ma due minuti dopo il Venezia pareggia: Pinato per Litteri, tocco per Marsura, tiro deviato da Rajkovic e Pomini battuto. Venezia vicinissimo al raddoppio al 21’: punizione di Stulac, piattone di Domizzi e salvataggio sulla linea di Bellusci a Pomiti battuto. Secondo tempo molto più vivace. Iniziano le mosse tattiche con Geijo in campo nel Venezia, Gnahorè e Coronado nel Palermo, l’ultimo innesto prova in due occasioni a sorprendere Audero, traiettorie sopra la traversa. Il Venezia accusa la stanchezza della gara con il Perugia, Modolo perde una palla sanguinosa sulla trequarti al 39’, Audero è superlativo su Coronado che si era involato in soluti dine presentandosi in area di rigore. Il Palermo cerca il gol-vittoria, il Venezia si difende. Tutto è rinviato a domenica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *