Harry e Meghan, l'amore Tutto nacque agli Invictus


Non è un dettaglio, perché il Royal Wedding comincia proprio da lì. E’ infatti in quel momento che non ci furono più dubbi. Lo sport paralimpico ha un ruolo fondamentale nella storia di Harry e Meghan. Essì, perché la prima uscita ufficiale del principe con l’attrice è stata a una partita di tennis in carrozzina, lo scorso settembre a Toronto. Si era agli Invictus Games, i Giochi per i militari che hanno una disabilità, voluti fortemente e creati da Harry. La gara era la semifinale del torneo ed erano da sostenere gli atleti di Australia e Nuova Zelanda.
L’EVENTO — Ci si chiedeva in quel periodo dove e come i due avrebbero fatto la loro prima apparizione ufficiale, visto che la relazione era cosa nota, ma quel momento avrebbe sancito l’inizio del cammino verso fidanzamento e matrimonio, come poi è avvenuto. La scelta del luogo non è casuale. Harry, che è stato capitano e pilota di elicottero con l’esercito britannico, ha voluto che questo avvenisse a uno degli eventi a cui tiene di più in assoluto: i Giochi mondiali per i veterani, dove i militari rimasti con disabilità per servizio in patria o in missioni estere competono in diversi sport paralimpici, nati in Gran Bretagna con la prima edizione nel 2014 a Londra, grazie a lui. Si è ispirato ai Warrior Games, nati nel 2010 negli States con i militari dei corpi militari degli Stati Uniti, ai quali erano invitati anche i militari britannici, tanto che fu proprio il principe Harry ad aprire ufficialmente quelli del 2013, che si svolgevano a Colorado Springs e da lì prese spunto per gli Invictus. Vi partecipano anche i militari italiani del Gruppo Sportivo Paralimpico della Difesa, fortemente voluto da Luca Pancalli e nato dalla collaborazione fra Ministero della Difesa e Comitato Paralimpico.
MAno nella mano — Meghan e Harry quel giorno erano vestiti entrambi in modo informale, anche se il costo dei capi, almeno per Markle, non mostra che siano presi da un mercato di periferia. La star di “Suits”, la serie tv di cui Meghan è protagonista e che si svolge proprio a Toronto, indossava una camicia bianca da 221 sterline, chiamata The Husband (la “camicia del marito”, anche questa non pare una scelta casuale) nella collezione di Misha Nonoo (la cui ex moglie aveva frequentato Eton con William e Harry) con jeans strappati al ginocchio, scarpe basse color cammello di Sarah Flint da 400 sterline e occhiali da sole. Harry, che durante la partita ha spiegato a Meghan le regole del tennis in carrozzina (praticamente la sola differenza è nel fatto che la pallina può rimbalzare due volte) vestiva invece come fa sempre agli Invictus, con gli occhiali e la polo scura ufficiale dei Giochi. La loro apparizione insieme, mano nella mano, al torneo di wheelchair tennis degli Invictus fu il primo segnale ufficiale del fidanzamento, tanto che i bookmaker inglesi da quel momento sospesero le puntate su un annuncio imminente di fidanzamento. Meghan, che abitava fra l’altro a Toronto per via delle riprese di “Suits”, era presente anche alla Cerimonia inaugurale degli Invictus Games 2017 (quelli di questo anno si svolgeranno a Sydney, in Australia), ma seduta di fianco a Markus Anderson, l’amico che li fece conoscere nel 2016, a 18 file di distanza da Harry, che era in tribuna d’onore fra Melania Trump e il primo ministro canadese Justin Trudeau.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *