Gioia Inzaghi, ora il Palermo Il Venezia ne fa 3 a Nesta


Il Venezia travolge il Perugia e raggiunge il Palermo in semifinale. Inzaghi, squalificato, dà scacco matto a Nesta puntando su Suciu in mezzo al campo. L’ex difensore azzurro gioca con Bonaiuto in aggiunta a Diamanti, Di Carmine e Cerri. Il primo sussulto al 12’: palla persa Suciu nella metà campo del Perugia, contropiede fulmineo di Cerri, filtrante per Di Carmine che, tuttavia, viene anticipato da Audero. Gara a ritmi soft. Bisogna aspettare 18’ per vedere il primo tiro in porta: Leali facile su Suciu. Tre minuti dopo tocca a Audero neutralizzare la doppia conclusione di Diamanti. Il Penzo esplode al 30′: schema su calcio d’angolo, Garofalo pesca Stulac a trenta metri dalla porta di Leali, il centrocampista sloveno scarica un destro terrificante all’incrocio dei pali. Settimo centro stagionale per Stulac. Il Perugia prova a reagire: Diamanti spazia su tutto il campo ma i Grifoni non impensieriscono un Venezia ben disposto davanti alla propria area. L’unico rischio arriva nel minuto di recupero quando Audero ribatte la conclusione ravvicinata di Cerri.
Secondo tempo — In avvio di ripresa Nesta cambia una pedina in mezzo al campo: Gustafson al posto di un opaco Colombatto. Inoltre avanza Bonaiuto all’altezza di Cerri e Di Carmine. Il Venezia protesta alla prima azione per un tocco sospetto di mano di Magnani davanti a Leali in contrasto su Geijo. Stulac va vicinissimo alla doppietta all’8’: il suo diagonale si infrange sull’esterno della rete. Il Perugia dovrebbe recuperare ma è la squadra di Inzaghi (squalificato, in panchina d’Angelo) a impensierire di più la retroguardia avversaria. Rifiatano Suciu e Litteri. Venezia con Pinato e Zigoni come forze fresche. Ancora su calcio piazzato il Venezia raddoppia al 28′: corner di Stulac, palla prolungata da Andelkovic, Leali si supera a ribattere la zuccata di Geijo ma non può fare niente sulla zampata sotto misura di Modolo (quarto centro stagionale), a segno anche al Curi nel girone di ritorno. E al 38’, ancora in contropiede, il Venezia chiude la pratica con Pinato su assist di Zigoni, palo interno e palla in rete. Perugia che colpisce la traversa con Terrani al 47’ ma è buio pesto per la squadra di Nesta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *