Champions '18-'19, i premi Juve: già sicuri 50 milioni


L’Uefa ha comunicato i dettagli sulla distribuzione dei premi ai club che parteciperanno alle prossime Champions, Europa League e Supercoppa. Come anticipato un paio di mesi fa dalla Gazzetta, si stima che i ricavi lordi siano circa 3,25 miliardi di euro: 295 milioni saranno detratti per i costi organizzativi e il 7% (227,5 milioni) verrà utilizzato per i pagamenti di solidarietà. Dei ricavi netti rimanenti, 2,73 miliardi, il 6,5% sarà riservato al calcio europeo e resterà all’Uefa, mentre il restante 93,5% verrà redistribuito ai club partecipanti: 2,55 miliardi dei quali 2,04 andranno ai club che partecipano a Champions e Supercoppa, mentre 510 milioni a quelli di Europa League.
CHAMPIONS LEAGUE — Trenta milioni di euro verranno assegnato ai club coinvolti negli spareggi: ogni società eliminata riceverà 5 milioni. Le vincenti degli spareggi non riceveranno nulla ma accederanno ai contributi riservati alle squadre impegnate dalla fase a gironi in poi, 1,95 miliardi ripartiti così: il 25% è destinato alle quote di partenza (488 milioni,con 15,25 milioni a ciascuna squadra qualificata); il 30% agli importi fissi relativi alle prestazioni (585 milioni: 2,7 milioni per ogni vittoria, 900 mila euro per pareggio); il 30% verrà assegnato sulla base del ranking decennale (585 milioni di euro, la singola quota vale 1,108 milioni, la prima in classifica avrà 32 quote quindi 35,46 milioni di euro); il 15% invece è la quota del market pool (292 milioni). Inoltre, i club che si qualificano alla fase a eliminazione diretta riceveranno 9,5 milioni per gli ottavi di finale, 10,5 per i quarti, 12 per le semifinali e 15 per la finale, con la vincente che riceverà 4 milioni supplementari. In base al ranking, alla partecipazione e alla quota del market pool, per esempio, la Juventus può contare su 50 milioni prima ancora di scendere in campo.
EUROPA LEAGUE — Dei 560 milioni dell’Europa League il 25% è destinato alle quote di partenza (140 milioni di euro, 2,92 a squadra), il 30% alle prestazioni (168 milioni: 1 alle vincenti dei gironi, 0,5 alle seconde, 0,5 per i sedicesimi, 1,1 per gli ottavi, 1,5 per i quarti, 2,4 per le semifinali e 4,5 per le finaliste, con 4 milioni supplementari per la vincente), il 15% al ranking storico e il 30% al market pool.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *